Treccia soffice ai 3 cioccolati!


Frutto di un cucinare insieme con le balconcine, grazie a martyso  per averla segnalata e alle raccomandazioni e ai consigli dei miei amici panificatori di cook sono riuscita a fare una treccia davvero buona! Soffice e “cotonata”! Quanto mi sono divertita, sono orgogliosissima del risultato!

La ricetta originale è quella di Sara Papa, ma senza frigo e con 150 g di pm e 50 di zucchero.

Stavolta la mia pasta madre ha dato il meglio di sè! si vede quanto è soffice? 🙂

100g pm pimpante
200g latte
470g farina (io poco meno di metà tre mulni per pizze, poco meno di metà di Grandi molini italiani per pizze e 1 cucchiaio di monitoba)
1 uovo
80g di zucchero
7g sale
90g burro morbido ma non troppo

Ho sciolto la pm in 190g latte, impastato poi con 460g farina
Aggiunti 80g di zucchero subito dopo 1 uovo e 10g di farina e il sale. Aggiunto poi in pezzetti piccoli il burro a t.a., 1/3 del totale per volta,senza aggiungerne altro prima che fosse assorbito ql prima.

Ho ribaltato l’impasto ad ogni terzo di burro (quindi ho fermato la macchina, tolto il gancio, ribaltato e riagganciato), mandato a vel 1, poi ho aumentato tanto la velocità per far venire il velo (importantissimo e prova di incordatura riuscita, per una perfetta riuscita della mollica, morbida, soffice, cotonata e pettinata) che però non veniva, l’ho sbattuto/impastato sul piano, ha riposato 15minuti, credevo di smettere di impastare, ma pichi ha visto il non-velo (l’impasto si strappava) e mi ha suggerito di aggiungere un goccino di latte rimettere in planetaria velocemente e ci sono riuscita! Si fa la prova prendendo con le dita unte i lembi dell’impasto per non farlo strappare.

qui la differenza delle prove velo:

e dell’impasto prima e dopo aver ottenuto il velo, molto più liscio e lucido dopo:


Ho lasciato riposare 2h a t.a.e messo l’impasto in frigo (per 8h). La mattina dopo (c’è chi ha formato prima del frigo e lasciato la treccia in frigo)  ho tirato fuori, lasciato un’oretta e formato la treccia stendendo la pasta a mezzo cm, per ogni rotolo ho messo ciocco bianco, al latte e fondente grattugiati e chiuso i lembi delle strisce con albume spennellato. 😛


ha lievitato fino al raddoppio 5h a 27°C (che bomba sexy!!!)

ho infornato a forno statico a 170°C per 35-40 minuti, aumentava sempre di più in forno!!!

eccola tagliata! in tutta la sua morbidezza! Vedete i tre cioccolati? 

Scusate per le tante foto ma sono così orgogliosa di questa treccia!! Ne ho fatte altre in passato, ma nessuna era venuta tanto cotonata, forse proprio per la mancanza del velo! Insomma, più simile alla colomba che alle altre trecce, e infatti ottenni il velo, tutto tornaaaaaaa!

Devo però aggiungere una postilla: il giorno stesso la treccia era così come ve l’ho mostrata, ma nei due giorni successivi si sta compattando un po’, così mi hanno consigliato di congelarla a fettine e tirarla fuori un po’ prima di quando la si vuol mangiare per  mantenere tutta la sua morbidezza!

Ecco le altre trecce brioche

Treccia alla nutella, treccia russa, brioche con crema al limone e mele,  Angelica.


Annunci

30 pensieri su “Treccia soffice ai 3 cioccolati!

  1. Pingback: Treccia alla Nutella | Ideeintavola

  2. Pingback: Treccia soffice con marmellata di visciole « Un'altra fetta di torta!

  3. sei fantastivca e bravissima…………………la farò presto………………ma allora hai usato solo un cucchiaio di manitoba e tutto il resto 0…………..ho capito bene?

    • Grazie Patty, provala perchè davvero speciale!
      ho usato solo poca manitoba perchè le farine che avevo mi sembravano un po’ debolucce considerando anche il riposo in frigo; L’altro giorno però ho usato tutta farina simec per pizze, che sta sui W 280-300, mentre la tre mulini che avevo era W230 circa…

  4. Pingback: Come ottenere la prova velo nei lievitati « Un'altra fetta di torta!

  5. Pingback: Zuccobrioche per halloween! « Piccole cookine crescono – il blog di Rara

  6. Ciao Laura, alla fine l’ho fatta la tua treccia ed è venuta molto bene…ci è piaciuta talmente tanto che ho deciso di prepararla anche per i miei colleghi, ma ho apportato qualche modifica. Penso che la posterò a breve nel mio blog, va bene per te se ti cito nell’articolo??
    Baci, Sonia

  7. wow *__* bravissima!!mi piacerebbe tanto cominciare a provare
    la pasta madre, ma ho paura di non usarla con costanza e di farla rovinare

    • Sonia! è venuta davvero buona, la prossima volta però ne faccio la metà, è un peccato quando inizia a perdere la sofficità!
      Pimpante xk rinfrescata e bella forte! mi rendo conto che manca ancora un posto per organizzare i rinfreschi ecc, provvederò!
      sentivo parecchia acidità ultimamente, così ho fatto una cura ricostituente, rinfrescando con il doppio di farina-invece che il pari peso rispetto alla pasta madre 😉
      ps. pm è sempre pasta madre

  8. Pingback: Filone (quasi sciapo) con prova velo « Piccole cookine crescono – il blog di Rara

Sarò felice di leggere cosa ne pensi, risponderò appena potrò!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...