La crema pasticciera #1 (in 5 minuti, senza glutine)


Oramai è questa la crema pasticciera che uso quando viene richiesta, che poi sia al limone, alla vaniglia, all’arancia ecc, la base resta questa (finora).

Questo metodo io lo chiamo metodo Montersino è l’ho conosciuto con lui in tv nel suo programma, ma fondamentalmente è il modo professionale per cucinare la crema pasticciera: il latte si usa scaldato con la metà dello zucchero, che serve per non far bruciare il latte stesso dando vista alla pellicina in suepercifie, quella che spesso chiamiamo “panna”, beh lì ci sono tutte le vitamine e proteine del latte! Al latte caldo si unisce la cremina di uova, zucchero unita alla farina affinchè quest’ultima preservi le uova dal calore del fuoco: ci vuole davvero poco per far addensare tutto e in più senza mescolare le ore, ma con poche frustate energiche, vediamo. Ah questa è anche senza glutine perchè contiene solo amido di mais e/o riso. Il fatto di mescolare e lasciar cuocere più tempo dipende dall’uso della farina, che contiene proteine che vanno cotte proprio per non sentire il retrogusto della farina stessa.

sette veli (29)

Qui già unita alla panna montata

Forse ci si può stupire della quantità di zucchero e farina, sono notevoli per entrambi in effetti, ma proprio questa consistenza e densità permette di unire tranquillamente alla panna per una crema chantilly o diplomatica o per farcire le torte senza che esca fuori o meglio, trasbordi!!! Insomma, un ottimo pass-partout per i dolci! Se poi serve per una coppa o per metterla in un guscio di frolla per esempio, si può diminuire tranquillamente calare la farina!

Ecco le dosi:

500ml latte fresco intero
mezza bacca di vaniglia o 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1/2 cucchiino di aroma limone e aroma arancia

4 tuorli 
150g zucchero semolato
40g amido di mais (o metà mais e metà riso)
pizzicotto di sale

Mentre il latte arriva a bollore insieme gli aromi, e metà zucchero, mescolare i tuorli con il resto dello zucchero aggiungere poi la farina e il sale.

Quando il latte avrà raggiunto il bollore versarne delicatamente una parte alla cremina e poi portare tutto di nuovo nel latte sul fuoco mantenendo la fiamma bassa. Mescolare prima con una spatolina e poi con la frusta prima piano e più energicamente da quando vedete le prime bollicine. Lasciate addensare  la crema per qualche istante e spostare dal fuoco per versare immediatamente in una pirofila di vetro/acciaio; ricoprire con pellicola a contatto con la crema e freddare a bagno maria con acqua, ghiaccio e sale (si fredderà prima).

crema pasticcera Cam

Da fredda montare di nuovo con le frusta per pochi istanti e tornerò vellutata! Unite a questo punto:

creme sette veli


200g-300g di panna per farla chantilly a seconda dei gusti

100g di cioccolato fondente per farla al cioccolato

2 cucchiai di nutella per farla alla nutella

pasta di nocciola, pasta di pistacchio…

Per fare qualche esempio l’ho usata per:
La Setteveli
Quadro di frutta in un guscio di frolla
Tortina alla frutta (frolla e pds)
Torta Sipario e mezzepunte
SuperNando Avengers cake

Annunci

Torta con i gattini per la laurea di Paola!


L’ultima del tour de force di queste ultime due settimane! L’ultima torta di Laurea preparata dopo quella per Noemi con le farfalle e la coccarda brasiliana e per Ale con lo shuttle ecco arrivato il turno di un’altra mia amica laureata con 110 e lode! Mamma mia Paolè sei stata super! Una tesi di filologia di un testo spagnolo del ‘500 meritevole delle più grandi pubblicazioni, altro che i dibattitucci tra Mimì e Cocò 😀

torta Paola gattini (4)

Cmq dopo vari consulti con le meninas e Lella sui gusti e i possibili soggetti per la decorazione siamo arrivate ad una golosa soluzione 🙂 ora vi dico tranquilli 🙂 Prima devo aggiungere una cosa: Paola adora i mici, ne ha due bellissimi, pelosissimi e coccolosissimi e quindi quello è stato il primo pensiero che ho avuto, in più le piace anche molto lavorare a maglia e quindi il gomitolo non poteva mancare! Sono sicura che Zoe e Eros si litigano i fili di lana e di cotone mentre lei si destreggia tra un “dritto e un rovescio” 😀

zoe

Quindi ritorniamo all’interno e alla farcitura golosa. C’è stato una scelta tra creme e cremose e fruttose, Lella mi aveva detto che tra le mie torte che ha assaggiato quella che le è piaciuta di più è la torta con le Fragoline per il mio compleanno, con la base croccante del cheesecake e la crema al limone. Quindi ho fatto un mix tra creme e frutta!

torta Paola gattini (8)

Frosting al cioccolato e al cocco con frutti di bosco
bagna con il succo dei frutti di bosco
pasta matta e  torta al cioccolato
base del cheesecake con biscotti secchi e burro fuso
pdz e coloranti in gel

torta Paola gattini (16)

ecco tutte le decorazioni! Grazie a Raro per il gomitolo, mi è stato di fondamentale aiuto! Non pare ma ce ne vuole a fare tutti i cordoncini e posizionarli uno per uno sulla palla di rice krispies eh!torta laurea _Paola gattini

e la fettona

fetta torta paola

in 25 la torta è sparita in un attimo! Ancora non avevo finito di tagliarla e c’era chi già si leccava gli ultimi baffi, mentre Paola mordeva il suo gomitolo rosso 😀
Urca quanto le è piaciuta e io ne sono stata felicissimaaaaaaaa!

prima…

torta Paola gattini (2)

e dopo….

gomitolo paola laurea

e quel che ne rimane 🙂

gomitolo

Bravissima dottoressa!!!!!!

(è finitaaa!!!!!!)

DSC_3760

da tutti noi: le meninasmeninas laurea paola

e da tutti i tuoi amici, qualcuno sommerso qualcuno no 😀

festa paola