Bombette…ma alla toscana!!!


Vi chiedete come descrivere l’aggettivo SUCCULENTE? Beh, si riferisce a qualcosa di estremamente gustoso, che fa produrre un’eccessiva salivazione!

Allora queste bombette che vi propongo non vi sembra si sciolgano in bocca?!

Sono una rivisitazione delle bombette di Martinafranca, nell’alto salento, assaggiate l’anno scorso durante il Mercatino del gusto!  E’ stato divertentissimo in quell’occasione gustarle in un cartoccio con una fetta di pane tostato, assaporando questa nuova combinazione di sapori in un contesto così particolare e gioioso della via del “cibi di strada” . Ci sono rimaste nel cuore e nella pancia, tanto che abbiamo voluto rifarle!

Rivisitate perchè non ho usato il capocollo locale in primis e poi ho cambiato l’elemento fondente della polpetta, ma vi assicuro che il tocco toscano della finocchiella all’interno dell’impasto, ci sta benissimo!!!!

In compenso ho usato macinato misto di una macelleria di Pitigliano, ed è tutt’altra cosa rispetto alla carne del super, ma non credo serva ricordarlo 🙂

E’ davvero semplicissimo:

300g macinato misto di maiale e bovino
mezzo cucchiaio di finocchiella (fiori del finocchio selvatico)
pepe
sale
parmigiano
12 fette di pancetta tesa tagliata sottile

Mischiare la carne con gli altri ingredienti per formare l’impasto della polpetta che si metterà all’interno della Fettina di pancetta. Stendere la pancetta su un piatto, poggiare la polpetta con un po’ di parmigiano all’interno(non avevo altro, ma l’ideale sarebbe un formaggio poco stagionato) all’inizio della fetta e avvolgere, come in foto.

Nel frattempo la brace sarà pronta – o una griglia/ padella antiaderente, ma le originali le abbiamo mangiate cotte al barbecue – e si potranno chiudere le bombette tra la griglia per cuocerle davvero pochissimo, forse 4 minuti per lato… ma controllatene l’interno, la carne di maiale è bene cuocerla totalmente (soprattutto quella del super, quella del macellaio di paese di fiducia si può fare uno strappo 😉 )

eccole qui, ricchissime del loro gusto accompagnate da buon vino rosso e…patate porchettate! Si vede quanto sono morbide?

Con queste Bombette partecipo al contest di ……Mela e Cannella…..

(scade il 27 ottobre 2012)

E al contest di Squisito:

IL MIO PRIMO COSTEST

(scade il 30 novembre 2012)

e a quello di Divertirsi mangiando

Advertisements

Le mitiche patate porchettateeee!!


Mamma mia che buone queste patate!!
mangiate la prima volta in una trattoria nell’alto lazio e non lasciate più, tanto che ci sono tornata apposta e indovinate? quel giorno non le avevanooooo!!!
a quel punto ho iniziato a farle io! olèèèèèèè principalmente perchè c’è un elemento fondamentale a renderle speciali: il FINOCCHIO SELVATICO (quanto ne ho raccolto quest’estate all’elba!!), aroma immancabile nella cucina di mia nonna

Servono:
patate lesse,meglio se fredde, ma non cottura ultimata, diciamo che la forchetta si infilza ma non così facilmente  quindi ottime anche se avanzate dal giorno prima
sale,
olio
finocchio selavtico
Si prepara un soffrittino di olio, aglio e si aggiunge da subito un po’ di finocchiella
aggiungere poi le patate a cubetti non troppo piccoli e fatele colorare bene, aggiungete altra finocchiella
e eccole pronte da mangiareeeeeeeeeeeeeeeeee
che ve lo dico a fare, sono squisite e poi accompagnate da una bella braciola di maiale  o di vitella o una bella fetta di ventresca  volete un esempio? eccolo  ma sono buonissime anche accanto ai miei nuggets di pollo

provate anche questi spinaci e le patate sabbiose!
se volete provarle non vi resta che…farle!