Torta settembrina con mandorle, nocciole e pesche per il compleanno di papà


Il 12 Settembre è stato il compleanno di papà, e nonostante il periodo di full immersion per preparare l’ultimo esame e la tesi, ho preparto una tortina per festeggiarlo, anche dopo le sue battutine per andare a comprare la torta, visto i miei impegni…grrrr sempre lì cadiamo!! ma lasciamo stare….tra antonio vieira, le colonie portoghesi e il brasile della compagnia di Gesù, è venuta fuori una tortina niente male, anzi al parere di chi lìha mangiata la più buona finora.

E visto che a casa non gradiscono cose troppo pompose, pesanti di creme, pdz, mmf, ccg, hjfahdlfkah, e avevo già in mente di preparare una cosa semplice, sal sapore di casa, mi è venuta in mente la mitica torta di mandorle di maria grazia calò conosciuta tramite Cam, con qualche modifica visto che solo mandorle avevo paura intoppasse un po’ (gli ospiti, mica me!!! le ho riscoperte da poco e le adoro!!) e poi l’ho decorata con panna montata (che papà adora) e una striscia di cioccolato (che adoro io ):

250g ca di mandorle miste con e senza buccia
250g ca di nocciole
350g di zucchero
3 uova
100g di burro
100g di farina
8g di lievito (4g+4g)
un pizzichino di sale
un po’ bucciadi limone grattata
brandy e maraschino
1 pesca grandicella
150gr panna fresca da montare
100g cioccolato fondente da fondere e temperare
 
prima di tutto tritare 450g di mandorle e nocciole con 330 di zucchero
 
Per la frolla:
 
100g di farina setacciata con 4 g lievito
metà del mix mandorle -nocciole-zucchero quindi 250g
il sale,
i 100g di burro
amalgamare il tutto e aggiungere mezzo uovo (come suggerito da Cam, sbattere un uovo e lasciarne mezzo per il ripieno)
amalgamare bene e far riposare il panetto ottenuto in frigo almeno 30min, passato il tempo la stendiamo
intanto prepariamo il ripieno:
laviamo la pesca e tagliamola a fettine sottilissime, facciamo insaporire in una ciotolina con un po’ di brandy, di maraschino e i 20g di zucchero lasciati da parte.
in un’altra ciotola, uniamo
il resto del mix mandorle-nocciole-zucchero,
le 2 uova e mezza
un po’ di brandy
i restanti 4g di lievito e
la buccia di limone
ora montiamola:
foderiamo con la frolla una tegliettina da 20-22cm già ricoperta di carta forno, bucherelliamo con una forchetta e sistemiamo le pesche per ricoprire la base
ora versiamo anche il ripieno morbido e decoriamo con le mandorle e le nocciole restanti
facciamo cuocere a forno preriscaldato a 180°C per 40 minuti circa (io l’ho cotta per più tempo e infatti si è biscottata troppo, ma tanto dovevo decorarla )
questa è lasciata nature, anche senza pesche 😉
l’ho fatta raffreddare (tenuta in camera x non farla vedere a papà un’odorino……) e il giorno dopo… via con la decorazione!
ho fatto la striscia di cioccolato (io l’ho temperato*) come Stexy,
ho montato la panna e ho fatto dei ciuffettini, spolverato con cioccolato grattugiato e dei decori di cioccolato bianco
*Spero vi  sia stato d’aiuto
con la candelina
e la fetta…vedete le pesche?

 

davvero buonissima, la consiglio!

e auncora Auguri a papà che mi ha dato modo di fare questo esperimento ben riuscito

Annunci

4 pensieri su “Torta settembrina con mandorle, nocciole e pesche per il compleanno di papà

  1. Pingback: Scrigni alle mandorle « Piccole cookine crescono – il blog di Rara

  2. Pingback: Il temperaggio del cioccolato « Piccole cookine crescono – il blog di Lalla

Sarò felice di leggere cosa ne pensi, risponderò appena potrò!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...