SuperNando Avengers Cake (Laurea)


Sono passate diverse settimane da quest’evento speciale e questa torta, ma ho talmente tante ricettine da postare che sto sempre indietro, forse dovrei smettere la produzione (che cosa?!??!!?) o interrompere il blog (che cosa?!!!?!?), ma ovviamente la risposta è negativa in entrambi i casi, sono due passioni che non possono rimanere celate, solo gelate semmai 😀

DSC_4260

E così ecco la torta realizzata per Nando, un ragazzo-amico appassionato di videogiochi, fumetti, cartoni animati di quasi ogni genere e per cui mi è stato chiesto di preparare un dolce a tema “the Avengers”! Li conoscete? Devo ammettere che mi sono dovuta documentare: oltre Capitan America, Hulk e Thor degli altri ignoravo l’esistenza! Ma bando alle ciance, vediamo cosa c’era dentro 😀

schema superNando avengers

Simil chiffon al cacao, con solo latte e vaniglia
crema pasticcera con 1l latte, metà classica e metà con nutella messa alternata
bagna alla vaniglia
crema al burro al cacao
pdz aromatizzata

https://lallina87.wordpress.com/

decorazioni in pdz dei 6 personaggi:
Hulk
Capitan America
Iron Man
Thor
Occhio di Falco
Vedova Nera

Torta Nando Avengers-001

al centro invece della A di Avengers ho messo la N di Nando, facendolo diventare un vero super eroe, beh quale titolo migliore per un neo laureato nerd? 😀

ecco la mia N 😀DSC_4261

e la scritta sul bordo: LaureNando 😉avengers scritta

Annunci

Torta con i gattini per la laurea di Paola!


L’ultima del tour de force di queste ultime due settimane! L’ultima torta di Laurea preparata dopo quella per Noemi con le farfalle e la coccarda brasiliana e per Ale con lo shuttle ecco arrivato il turno di un’altra mia amica laureata con 110 e lode! Mamma mia Paolè sei stata super! Una tesi di filologia di un testo spagnolo del ‘500 meritevole delle più grandi pubblicazioni, altro che i dibattitucci tra Mimì e Cocò 😀

torta Paola gattini (4)

Cmq dopo vari consulti con le meninas e Lella sui gusti e i possibili soggetti per la decorazione siamo arrivate ad una golosa soluzione 🙂 ora vi dico tranquilli 🙂 Prima devo aggiungere una cosa: Paola adora i mici, ne ha due bellissimi, pelosissimi e coccolosissimi e quindi quello è stato il primo pensiero che ho avuto, in più le piace anche molto lavorare a maglia e quindi il gomitolo non poteva mancare! Sono sicura che Zoe e Eros si litigano i fili di lana e di cotone mentre lei si destreggia tra un “dritto e un rovescio” 😀

zoe

Quindi ritorniamo all’interno e alla farcitura golosa. C’è stato una scelta tra creme e cremose e fruttose, Lella mi aveva detto che tra le mie torte che ha assaggiato quella che le è piaciuta di più è la torta con le Fragoline per il mio compleanno, con la base croccante del cheesecake e la crema al limone. Quindi ho fatto un mix tra creme e frutta!

torta Paola gattini (8)

Frosting al cioccolato e al cocco con frutti di bosco
bagna con il succo dei frutti di bosco
pasta matta e  torta al cioccolato
base del cheesecake con biscotti secchi e burro fuso
pdz e coloranti in gel

torta Paola gattini (16)

ecco tutte le decorazioni! Grazie a Raro per il gomitolo, mi è stato di fondamentale aiuto! Non pare ma ce ne vuole a fare tutti i cordoncini e posizionarli uno per uno sulla palla di rice krispies eh!torta laurea _Paola gattini

e la fettona

fetta torta paola

in 25 la torta è sparita in un attimo! Ancora non avevo finito di tagliarla e c’era chi già si leccava gli ultimi baffi, mentre Paola mordeva il suo gomitolo rosso 😀
Urca quanto le è piaciuta e io ne sono stata felicissimaaaaaaaa!

prima…

torta Paola gattini (2)

e dopo….

gomitolo paola laurea

e quel che ne rimane 🙂

gomitolo

Bravissima dottoressa!!!!!!

(è finitaaa!!!!!!)

DSC_3760

da tutti noi: le meninasmeninas laurea paola

e da tutti i tuoi amici, qualcuno sommerso qualcuno no 😀

festa paola

Torta shuttle sulla luna per la laurea di Ale!


E qui mica si scherza! Lauree e risultati così importanti mica possono passare inosservati! Ale è stato grande, una tesi e discussione davvero meritevoli e piene di passione, dedizione, consapevolezza e competenza, poi dopo la dedica a nonno i lucciconi ci sono stati e non poteva meritare una torta diversa dalla sua cuginetta! Appena ha capito che con la pasta di zucchero si potessero creare anche soggetti “spaziali”, ha accennato un

“Ma quindi si può fare anche uno shuttle?!?!?”

E come dire di no al neo laureato in Ingegneria Astronautica (quella che prima era Aerospaziale) e come non esaudire quest’altro sogno? Così pensa che ti ripensa mi sono messa all’opera e…

torta shuttle aleecco lo shuttle atterrato sulla luna -beh poi mi è stato detto dai colleghi ingegneri che quel tipo di mezzo non arriva sulla luna, ma allora come ci tornano sulla terra gli astronauti?! E poi cmq un po’ di licenza poetico-artistica ci sta, no? 😀

A condire il tutto:

schema torta shuttle sulla luna

crema frosting al caffeè e crema frosting con pralinato
pasta matta e torta al cioccolato senza uova e burro
pdz  e coloranti concentrati

lallina87.wordpress.com

per lo shuttle ho usato il rise krispies, ho ricoperto con pdz e ho incollato le parti “mobili” con ghiaccia reale, solo dopo che si erano asciugate, stessa cosa per la bandiera.

torta laurea shuttle alpe1

Ale è rimasto entusiasta, io anche sono stata soddisfatta del risultato, ma vedere il suo sorriso e quello degli amici ha ripagato le ore di lavoro 🙂

e al ristorante, con Buzz Lightyear e il nastro scozzese di buon augurio per il suo viaggio 🙂

Non avrebbe mai voluto tagliarla e queste sono state le parole del festeggiato:

Comunque più la vedo e più mi piace!!!!

Mi sono sentito un bambino il giorno di natale quando l’ho vista!

in effetti va a finire che le torte vengono viste più da chi le fa che non dal festeggiato 😀

AUGURI DOTTORE
spero che tutti i tuoi sogni si realizzino!!!

Con questa ricetta partecipo al contest di Aria In Cucina

Torta di Laurea con coccarda brasiliana e farfalle per Noemi


Che soddisfazione poter festeggiare un successo importantissimo come la laurea di una mia cara amica con questa torta! C’è voluto tanto lavoro, tanta pazienza, ma questo si sa! Ma sono stata davvero felicissima di prepararla, mi sono anche divertita molto, la pasta è venuta perfetta!

Anche Noemi come me si è laureata in Lingue moderne, letterature e Scienze della Traduzione, in Portoghese Brasiliano, per questo la coccarda ha i colori del Brasile mentre le farfalle sono una sua grande passione e in rosso ho voluto ricordare il tema laurea, oltre al tòcco, che come mi ha detto mamma ho messo proprio alla fine, come tócco finale.

torta laurea noemi coccarda farfalle (17)

è filato tutto liscio, nonostante il giro per la facoltà e per San Lorenzo con la torta in mano 🙂

Le fasi di preparazione:
pasta matta
frosting al cioccolato e al cocco
crema al burro al cacao
pasta di zucchero
bagna con sciroppo alla vaniglia

era alta quasi 9 cm!!!

https://lallina87.wordpress.com

e le varie decorazioni, anche dopo il consulto con le mie meninas 🙂

torta laurea noemi coccarda e farfalle

e la fetta!

torta laurea noemi coccarda farfalle (5)

Ancora augurissimi alla Neo Dottoressa che si è saputa districare tra una commissione di matti e di esaltati!

torta laurea noemi coccarda farfalle (10)

e presto anche con la festeggiata 😀torta laurea noemi coccarda farfalle (2)

Piccole cookine crescono anche su Fb!!!


Eh sì, è arrivata l’ora anche per me di affacciarmi nel mondo del social network e così anche il mio blog sarà parzialmente visto anche su Fb, magari serve a qualcosina di buono, chi può dirlo… 🙂  Infatti basterà cercare il gruppo di Piccole Cookine crescono- La passione di Lalla in cucina, e chiedere di entrare x avere sempre gli aggiornamenti! Che emosssioooone!

 

Meringata alle mandorle con ricotta, cioccolato e pere caramellate


In occasione della laurea del Cugni, alias Gianni o Giovanni, Rick aveva piacere -e anche io, ma è stata una giornata infinita quel venerdi!! AUGURI GIANNè!!- a preparare un dolce particolare, almeno per i nostri palati, ma davvero sfizioso, visto sulla rivista Cucinare Bene di Febbraio!

L’abbiamo preparata davvero in tempi record, nei ritagli di tempo dettati dalla giornata! Vorrò rifarla senz’altro per una migliore presentazione e con un po’ più di calma soprattutto, direi che nonostante tutto siamo stati bravi, vero more?

LA preparazione tra l’altro è semplice e veloce….una volta che si cuociono le basi di meringa, che hanno bisogno di 40 minuti di cottura!!

per una teglia da 24 cm

200g di farina di mandorle (ho frullato 200g di madorle con un cucchiaio di zucchero della ricetta)
220g zav
200g albumi (4-5 albumi)
2 pizzichi sale fino

300g ricotta (meglio se di pecora)
250 g panna da montare
5 pere mature
150g zucchero semolato
100g cioccolato fondente
5 cucchiai di acqua
rum e cannella qb

Mentre si scalda il forno a 140°, montare a neve gli albumi tenuti a temp ambiente almeno 20 minuti, con un pizzico di sale, quando si inizieranno a gonfiare aggiungere  lo zucchero a velo fino a quando avranno triplicato di volume, gonfi e spumosi. Solo a questo punto aggiungere la farina di mandorle, mescolando dal basso verso l’alto per non far smontare la meringa.

Riempire una sacca con una bocchetta liscia e formare due diverse spirali su carta da forno e infronare per 40 minuti, fino a doratura (quindi semmai continuare altri 10 minuti).

e cotta

Sbucciare le pere e tagliarle a dadini e metterle in un pentolino dove si è fatto sciogliere lo zucchero semolato con l’acqua e lasciar caramellare, far freddare poi le pere distese su carta da forno.

Montare la panna ben fredda e mescolarla alla ricotta incorporandola dal basso verso l’alto. Rendere il cioccolato in scaglie e unirlo con le pere a panna e ricotta. Iniziate a comporre il dolce. (io h oaggiunto anche un po’ di rum e cannella)

Prendere il primo disco e ricoprirlo con la crema di ricotta (lasciandone poca x la decorazione) e sovrapporre infine il secondo, decorate con un po’ della crema e scaglie di cioccolato! Tenre in firgorifero almeno 2h dèrima di servire.

La mia torta 110 e lode! :)


E’ vero, la mia torta di Laurea preparatami dalla mia Valerietta l’ho avuta, ma per festeggiare con i miei a casa; Non potevo non prepararne una una, per festeggiare con i miei amichetti 🙂 Saremmo dovuti andare a pattinare sul ghiaccio, ma purtroppo solamente in loco, ci siamo accorti che gli orari del web non corrispondevano alla realtà, in poche parole: non abbiamo pattinato perchè la pista era stata invasa da cristoni giorcatori di hokey…come dire, prego prego…! 🙂

La birreria Turbacci a Mentana cmq risulta sempre un valido locale per bersi una birra artigianale di tutto rispetto, con gusti particolari e una buona scheda tecnica per scegliere quella che fa più al proprio caso, guardando anche la pista dall’alto, effetto autogrill sull’autostrada 😀

E vabè, sarà per la prossima, così però, abbiamo avuto più tempo per strafogarci di patatine fritte e di goderci la tortona (immensa, saremmo dovuti essere quasi il doppio delle persone, ma i malanni di stagione hanno colpito di nuovo, anche in quell’occasione! 😦 cmq, meglio pochini ma buoni no? 🙂

base: chiffon cake classica
farcitura con frosting al cioccolato e frosting bianco con frutti di bosco
panna vegetale e frosting bianco per ricoprire e decorare
pdz
cioccolato fuso per le scritte
bagna con acqua, ginja, succo dei frutti di bosco

Ho usato il cerchio apribile per montare la torta e come suggerito qui, ho seguito questa tecnica, che purtroppo spesso mi dimentico, ma non questa volta!! Quindi ho tagliato lo chiffon, ho aperto il cerchio portandolo ad 1cm più grande della base già bagnata per contenere poi la crema, con il sac à poche ripieno di panna non molto montata, ma piuttosto morbida (cosa che non avrei fatto per fare decorazioni) e frosting bianco ho tracciato un primo perimetro, ho farcito con il frosting al cioccolato,

di nuovo lo chiffon bagnato, di nuovo il perimetro ricoperto con il frosting bianco, e ancora per aggiungere la seconda farcitura ai frutti di bosco; infine l’ultimo disco e ricoperta interamente con il frosting bianco, livellando bene la panna con la spatola lunga e liscia (o un coltello). In questa foto ancora dovevo spatolare l’ultimo stratino per livellare bene 😀

Ho lasciato la torta in frigorifero così come la vedete tutta la notte e parte della mattina dopo senza aprire il cerchio! Con questa tecnica la torta, una volta tolto il cerchio passando prima la lama del coltello appena inumidita lungo il bordo interno, risulterà già bella e ricoperta, basterà solamente allisciarla leggermente con la spatola inumidita, o con altra panna poco montata!!!

Io dopo l’ho lasciata ancora un po’ in frigo e ho continuato a decorararla con panna usando il sac à poche con la bocchetta a nastro, come queste:

Decorata poi con cioccolato (200g cioccolato fondente, 50g burro e 50g latte a bagnomaria) e pdz. Era davvero buona, certo, non è di quelle senza colesterolo, si sarà capito, ma ogni tanto ce vo’!! e poi era la festa mia 😀

e la fettazza della mia!

Questo slideshow richiede JavaScript.